Nel corso degli anni tutte le banche e le società finanziarie hanno prestato molta attenzione ai prodotti di finanziamento dedicati ai pensionati. Ciò è dovuto all’allungarsi della speranza di vita nel nostro paese e soprattutto alla migliore qualità delle condizioni di salute dei pensionati. sono mutate negli anni le necessità economiche degli anziani, oggi sono sempre più spesso  legate a nuovi progetti, a viaggi, ad acquisti di vario genere (auto,moto, arredamento……). In molti casi però la necessità di accesso al credito dei genitori pensionati è connessa alla necessità di sostenere figli e nipoti non ancora pienamente realizzati in ambito lavorativo. L’età massima degli utenti del classico prestito personale si aggira mediamente intorno ai settanta anni per tutte le società finanziarie e le banche. La cessione del quinto della pensione invece arriva a finanziare mediamente sino agli ottanta anni, in particolare il Credito Emiliano attualmente (31/01/2016) offre finanziamenti  nei quali i clienti possono gli 86 anni a fine piano d’ammortamento.

Le garanzie offerte dai pensionati nell’ambito di un finanziamento con la cessione del quinto della pensione è del tutto assimilabile a quella offerta da un dipendente pubblico o statale (l’ente pagante non è direttamente lo stesso ma in realtà si tratta sempre dello Stato Italiano).  Per questo la legge di riferimento è sempre il il D.P.R. 5 gennaio 1950 n.180 e il successivo regolamento attuativo D.P.R. 28 luglio 1950n. 895. In particolare grazie alle modifiche introdotte a partire dal 2005 quando questa legge riservata ai dipendenti pubblici e statali è stata allargata anche ai pensionati ed ai dipendenti privati.

 

L’accesso alla Cessione del quinto della pensione è riservata non solo ai pensionati Inps e quelli Inps ex Inpdap. Possono ottenere il finanziamento anche i pensionati degli altri enti pensionistici anche in assenza di una specifica convenzione sono da escludere soltanto le pensioni minime, le sociali, le cointestate a più beneficiari, di invalidità civile e assistenza per inabilità.

Il Credito Emiliano ha aderito ad una convenzione finalizzata alla concessione di prodotti di finanziamento a pensionati INPS, approvata dal Presidente dell’Istituto con la determina n. 76 del 5 aprile 2013,

valida anche per i pensionati ex Inpdap. Ciò consente ai pensionati che si rivolgono al Credem di ottenere un finanziamento in tempi più rapidi grazie alla meccanizzazione delle procedure. Inoltre in base all’articolo 10 della suddetta convenzione i tassi di riferimento delle operazione sono decisi dall’Inps in base alle rilevazione trimestrali della Banca d’Italia, garantendo quindi la possibilità ai pensionati di finanziarsi ad ottime condizioni.